Non hanno imparato niente

C’era chi con la caduta di Berlusconi e la rapida pezza in forma di governo Monti posta dal Quirinale si era, forse ingenuamente, auspicato la fine dell’era degli “a mia insaputa”, dei bunga bunga, delle accozzate e dei festini e affini. Qualcuno addirittura pronosticava, forse in preda a manie stile Nostradamus, l’inizio di una terza repubblica, una sorta di terza Era dell’italica politica repubblicana di cui però, come per i Maya, non si capiva bene se il passaggio sarebbe avvenuto a seguito di una tabula rasa o mediante una transizione in cui l’intelletto innalzato sopra tutto avrebbe prevalso. Io non lo so. E se questo davvero fosse nei piani allora c’è da immaginare che siano piani ancora molto di là dal venire. E di tabula rasa nemmeno l’ombra. Quello che so invece è che nel giro di nemmeno un anno dagli intestini gerontici della politica, dalla Lega al PDL passando per il PD (e pure dal movimento 5 stelle che di gerontico non ha nulla) sono state rigurgitate faccende che della nuova Era non hanno niente, ma che anzi riportano alla testa déjà vu, come in un loop senza fine. Nonostante i proclami all’unisono, quei cambieremo, quei dobbiamo cambiare, per l’Italia, alla fine la sensazione è che non abbiano imparato niente, che non sia cambiato niente. E la cosa peggiore è che con questa prospettiva ci dovremo avvicinare alle prossime elezioni. A quel punto però vedremo se almeno noi avremo capito qualcosa, oppure no.

2 thoughts on “Non hanno imparato niente

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...