A nostra insaputa

Leggendo i giornali, da un lato troviamo i Lusi e i Belsito del caso con tutti i peccati e i sotterfugi meschini della politica della seconda repubblica, e se, come scriveva qualcuno, eravamo già entrati nella terza con la caduta di Berlusconi e la venuta di Monti, allora, permettetemi di dirlo, abbiamo iniziato malissimo. Dall’altro ci sono i piccoli imprenditori e i lavoratori che si impiccano, si danno fuoco, si sparano per debiti e per vergogna sotto l’insostenibile peso di questo Stato. Sono i due estremi dell’attuale realtà. In mezzo tutti gli altri, noi, che certo non stiamo affrontando un periodo di villeggiatura in Costa Azzurra, a meno che non sia a nostra insaputa, e allora si spiegherebbe il perché non si vedano mare e sabbia. Ma visto il conto che ci stanno presentando mi da tanto l’idea che sarà tutta a nostre spese, comunque vada.

Advertisements

2 thoughts on “A nostra insaputa

  1. La tua opinione è molto diffusa tra i più, mentre una minoranza molto ristretta non sa cosa sta succedendo neanche a casa propria. Tutti conosciamo i costi di questa crisi, tranne chi accumula senza esserne consapevole.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...