Se Calderoli imparasse a stare zitto

Calderoli avrebbe dovuto fare appello alla decenza, se non altro per evitare di piombare nell’ipocrisia più profonda, e starsene zitto invece di chiedere a Monti le spese per il cenone di capodanno e ipotizzare festini. Poi sai che festini può fare uno come Monti? Nemmeno Fonzi o spuma, neanche un geghegé sul piatto che gira. E allora mi chiedo: dove era Calderoli quando il suo ex premier nonché alleato Berlusconi i festini li faceva per davvero, dove era quando membri dell’esecutivo di cui faceva parte usavano a proprio piacimento mezzi dello stato? Auto, aerei e dio solo sa che cos’altro. Dove sono state le sue interrogazioni in oltre dieci anni di abusi e collusi da parte dei suoi colleghi di governo? Dove era quando venivano assegnate case ad “insaputa” dei suoi vicini di banco? Perché non si è sollevato quando la sua Lega ebbe la bella idea di sbattere via soldi per aprire ministeri in zone ad minchiam, perché faceva bello così, nonostante di soldi non ce ne fossero (e non ce ne sono già da anni)? La risposta è semplice: era al Governo! Ad ogni modo Monti gli ha risposto e Calderoli al solito ci fa la figura del cretino.

Annunci

3 thoughts on “Se Calderoli imparasse a stare zitto

  1. Monsieur le Lyonnais qui habite aux USA. On amene la vache au taureau, mais on ne va pas au poissonier ou au boucher. On va chez le poissonier ou chez le boTrhec.uhat will be the day, pilgrim

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...