La brutta figura dell’Italia sull’AIDS

Non c’è mai fine alle brutte figure dell’Italia in campo internazionale. Sul sito dell’Economist ad inizio giugno è stato pubblicato un articolo (che poi è apparso anche su internazionale) per l’anniversario dei 30 anni della scoperta dell’AIDS. Verso la fine si parla del Global Fund, istituito per raccogliere finanziamenti e combattere HIV, AIDS, Tubercolosi e Malaria nei paesi in cui l’emergenza è grave. Con la crisi economica alcuni paesi hanno ridotto i finanziamenti o, come Spagna e Germania, hanno messo in standby il loro contributo in attesa della revisione contabile del fondo. L’Italia invece, si legge, ha direttamente smesso di versare i finanziamenti, pare però senza dare nessuna spiegazione. Non li ha versati nel biennio 2009/2010 al Global Fund to Fight AIDS (l’unico paese del G8 a non aver versato i contributi), ma intanto sarà proprio il nostro paese ad ospitare, a Roma dal 17 al 20 luglio, la Conferenza internazionale sull’Aids, nonostante, come aveva denunciato Science, siano stati tagliati pure i finanziamenti alla ricerca.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...