791 mozziconi

Negli ultimi giorni prima della fine dell’anno avevo visto servizi e servizi su clima, ambiente, rifiuti, inquinamento e via dicendo. Siccome sono convinto che il rispetto dell’ambiente e la sua tutela siano prima di tutto un fatto di educazione, in tutti i sensi, che deve partire dal basso e nei gesti della quotidianità di tutti i giorni, ho deciso di fare un piccolo e banale esperimento. Ho deciso di andare a prendere un caffé a piedi in un bar del centro, a circa un chilometro da dove abito a Modena e di contare lungo il tragitto di andata i posacenere pubblici o posti davanti ad attività commerciali dislocati lungo il tragitto, cercando anche di individuare chi lungo la strada fumava e, nel caso, dove avesse gettato la sigaretta. Nel tragitto di ritorno invece mi sarei dedicato alla conta dei mozziconi abbandonati lungo il mio percorso. Non ho fatto in tempo ad uscire dal palazzo che con mio grande stupore avevo già notato due mozziconi, uno sulla pedana interna all’ascensore e uno nell’atrio del palazzo, spento e gettato in un angolino, della serie tanto pulisce l’altro? All’andata ho contato circa 27 posaceneri, tra quelli abbinati ai nuovi cestini dei rifiuti, già da qualche anno installati per le strade di Modena, e quelli messi ad uso e consumo dei clienti degli esercizi commerciali. I due più distanti erano separati da circa un centinaio di metri, i due più vicini nemmeno cinque passi, e ho contato solo quelli dal lato strada che avevo scelto per il mio tragitto. Camminando piano piano verso il bar nella mattina domenicale del 2 gennaio ho notato e contato 15 persone con una sigaretta accesa, tra questi in 6 la stavano spegnendo. Solo uno che camminava davanti a me ha aspettato di trovarsi nei pressi di un posacenere per spegnerla. Tutti gli altri l’hanno gettata dove capitava. Al bar ho incontrato un amico, che discorrendo della cosa mi ha poi parlato di posaceneri portatili e pratici, alcuni anche in materiale riciclato facilmente reperibili in tabaccheria, così sulla via del ritorno ho fatto una prova e sono entrato nella prima che ho incontrato. Avevano almeno 3 modelli disponibili per una spesa che non superava i due, tre euro massimo. Durante il ritorno, dal bar all’ingresso del palazzo, ho contato senza nemmeno stare a cercarli troppo con lo sguardo 789 mozziconi di sigarette, 789 maleducati. Un sacco se consideriamo la brevità del percorso e la quantità di posaceneri posti per la strada. Mi correggo, 791 contando anche i due notati all’andata prima ancora di uscire dal palazzo. Se vogliamo contestare chi in maniera maleducata sporca o non rispetta il prossimo impariamo almeno a spegnere le sigarette negli appositi spazi, vi assicuro che è gratis e al massimo vi si richiede lo sforzo di qualche decina di passi in più con il mozzicone in mano, un’impresa fattibile, no?

Ps: per i posacenere portatili basta fare una banalissima ricerca su google.

 

Advertisements

3 thoughts on “791 mozziconi

  1. che tristezza. anche io faccio conteggi simili. mi capita spesso di guardare anche la spazzatura per terra, semplici bottigliette di plastica lasciate lì, carte di snack, giornali, cicche. se c’è un cestino vicino raccolgo il possibile e lo butto, almeno non resta per terra. ma tanto andrà tutto nell’inceneritore. Sempre ammesso che ci sia il cestino. Ne conto uno ogni contea, di solito.

  2. Pingback: Sigarette e mozziconi | Gli Appunti del Paz83

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...