Gianfranco Fini di Tarso

Per quanto Fini ci provi, ad apparire l’uomo diverso, risultano sempre quelli che qualcuno ha definito forse troppo magnanimamente errori del passato. Mi è capitato parlando con alcune persone di sentirle molto pendenti verso il nuovo Fini e più in generale verso l’Fli. Il problema è che Fini non è San Paolo, la via per Damasco non è una fabbrica di conversioni a ciclo continuo e comunque noi siamo in Italia e resta il fatto che questa è pur sempre politica. E si sa che fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio, che resistere alle tentazioni richiede grande sacrificio e sforzo, che un abbaglio può capitare, ma da qui a prenderlo come un segno divino ce ne passa di acqua sotto i ponti, anche troppa ultimamente. Qualche settimana fa Giovanni De Mauro dalle pagine di internazionale aveva dedicato il suo editoriale proprio a questo tema. Lo ripropongo di seguito:

Calcolare il numero di anni in cui è stato alleato di Silvio Berlusconi (sedici).
Memorizzare almeno un paio di sue frasi famose (“Mussolini è stato il più grande statista del secolo”, La Stampa, 1 aprile 1994; “Ci sono fasi in cui la libertà non è tra i valori preminenti”, La Stampa, 3 giugno 1994).
Elencare i nomi dei deputati per cui ha negato l’autorizzazione a procedere o all’arresto (Cesare Previti; Marcello Dell’Utri; Gaspare Giudice; Amedeo Matacena; Umberto Bossi, accusato per la frase “Col tricolore io mi pulisco il culo”).
Trascrivere i numeri di due delle leggi di cui è stato promotore (189/02, primo firmatario con Umberto Bossi della legge sull’immigrazione clandestina;49/06 primo firmatario con Carlo Giovanardi della legge che elimina la distinzione tra droghe pesanti e droghe leggere, e tra consumo e spaccio di droga).
Tradurre la frase del Guardian a proposito della sua presenza nella questura di Genova durante il G8 del luglio 2001 (”He has never been required to explain what orders he gave”).
Esercizi da fare per resistere alla tentazione di non trovare poi così male Gianfranco Fini.
Giovanni De Mauro

Annunci

2 pensieri su “Gianfranco Fini di Tarso

  1. Bolivar55 ha detto:

    Sono d’accordo.
    Le varie teorie, le manifestazioni di responsabilitá poggiano su una memoria collettiva corta che si affida sempre e quasi solo all’ultima parola.
    Senso di responsabilitá vuol dire pronunciare un sí oppure un no e gestirne le conseguenze.
    Hanno ridotto il parlamento ad una conta di mercato, di grammi e voti con tutta la possente visibilitá che hanno avuto a disposizione.
    Temo che fra qualche giorno il governucolo che abbiamo avrá la fiducia e questo é anche dovuto alla ricorrente filosofia del colpo al cerchio e un colpo alla botte. da destra a sinistra, da Bocchino e purtroppo a Renzi.
    La condizione di “brava Persona” che in una intervista ha citato Bersani necessita di una strada lunga, faticosa, una ricostruzione meticolosa, quasi di restauro del concetto di rispetto e senso democratico.
    Non lo si puó fare con le vacanze della camera dei deputati e tantomeno nei talk show televisivi e le visite ad Arcore. Mettersi a combattere sullo stesso terreno di uno che mai ha rispettato regole ed ha inquinato ogni forma di rapporto, istituzionale e personale, sará un suicidio culturale politico.
    L’alternativa arriverá da una bonifica radicale e per questo é necessario tempo e lavoro, memoria storica e sociale. La decadenza di questi principi e la deriva con cui non ci si impegna al cambiamento é e sará proprio la forza di colui che nelle parole tutti vorrebbero abbattere.

  2. duhangst ha detto:

    Fortunatamente non avevo bisogno di fare questi esercizi per cadere in tentazione.. Comunque sia hai fatto bene a ricordarlo, anche io conosco troppe persone che si stanno facendo attrarre da Fini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...