Pop Vendola

E’ interessante notare come, negli ulti mesi, sulla stampa estera  da un lato appaiano articoli sulle “boutade”, molto tristi a dire il vero, di Berlusconi, mentre dall’altro appaiano con una certa regolarità interviste o ritratti di Nichi Vendola che ad oggi si è conquistato uno spazio su molti importanti giornali: dal Financial Times a El Pais, passando per l’Israeliano Haaretz e continuando con Pàgina/ 12, Carta Capital, The Times, Berliner Zeitung e Le Monde. Dal Brasile alla Francia Vendola ha richiamato l’attenzione su di se da parte della stampa, dalla sua avventura Pugliese alla futura eventuale corsa alle prossime politiche, quando ci saranno. Quello che però mi lascia perplesso è il modo in cui Vendola viene visto, ossia quasi alla stregua di un fenomeno nell’ormai consumato panorama dei politicanti italiani che ha perso di credibilità ormai ovunque, che si parli di destra o sinistra. Una sorta di Vendolamania, una versione molto più in piccolo di quella che fu per Obama, ed è proprio questo continuo accostamento che non mi convince molto. Se poi guardo entro i confini noto che la reazione è la medesima. Si sta investendo la figura di Vendola di una aspettativa altissima, un’aspettativa che per ora nel concreto non trova conferme su cui basare le sue fondamenta, e qui sta il pericolo secondo me. Intendiamoci, in Puglia ha fatto e sta facendo bene, ed è un bravo oratore, ecco, fin troppo. Quel suo modo di porsi e di parlare, così lineare, quasi scolastico, a volte mi lascia indeciso sul cosa pensare: mi ha convinto, oppure no? Vendola parla tanto, e questo lo abbiamo capito, ma di fatto non c’è stata ancora occasione di vederlo in uno scontro duro e puro, anche all’interno della galassia sinistra, in cui quello che conta non sono tanto le parole e i buoni propositi ma le decisioni prese e le loro conseguenze pratiche. Si, è vero, mi direte nuovamente che in Puglia i risultati si sono visti, ma continuerò a rispondere che la Puglia non è l’Italia, che ciò che va bene per un elettore Pugliese non è detto vada bene per uno Emiliano o Veneto. Insomma, per quanto mi riguarda resto in attesa di conferme.

Ps: oggi intanto potete leggere un’intervista a Vendola su Rolling Stone (che diede una copertina a Silvio pure, giusto per continuare sul confronto) che delle icone Pop ha fatto la sua fortuna.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...