Che colpaccio WordPress

Sento sempre dire in giro che i blog sono morti, o se non lo sono stanno comunque con il prete li accanto pronto a dare l’estrema unzione. Eppure Windows e WordPress hanno da poco lanciato una partnership che consentirà a quanti hanno un Windows Live spaces (o come si chiama oggi) di migrare il tutto sulla piattaforma WordPress, che permette un’esperienza di blogging sicuramente più seria e decisamente migliore (anzi, anni luce più avanti, tutt’altro pianeta). Questo magari allargherà la platea, anche qui da noi (conosco parecchia gente che utilizzava windows live e che magari in queste ore migrerà), e come ha scritto Gigi Cogomilioni di tamarri potranno diventare blogger, e questo mi entusiasma, perchè allarga il cerchio oltre i soliti 44 gatti.

Magari i blog sono davvero in calo, ma intanto almeno quelli su wordpress sono destinati ad aumentare. Come dire, se il pane comincia a scarseggiare allora comincia ad impastarne di nuovo.

ps: su Windows Live Space avevo ancora un vecchissimo “blog” o meglio uno dei miei primi esperimenti di scrittura in rete, così ne ho approfittato per provare il processo di migrazione, giusto per impegnare lo spazio di un panino a pranzo. Tempo una quindicina di minuti e tutto è andato a buon fine. La procedura è a prova di imbecille. Non vi linko il blog perché dopo averlo riletto per la prima volta dopo anni ho provato immensa vergogna per i miei scritti.

Annunci

12 thoughts on “Che colpaccio WordPress

    • Beh sinceramente non saprei. Con l’arrivo di Tumblr molta gente, me compreso preferisce scrivere, postare foto o video lá piuttosto che sul proprio blog di worddpress.. Certo si wp é bello il fatto che un singolo posto può portare ad una lunga serie e potenzialmente interessante discussione grazie ai commenti, ma firse la tendenza del “discutere” é cambiata in questi ultimi anni…

      • anche io uso tumblr, ma spesso per cose più sintetiche, il blog lo preferisco per articolare meglio il discorso. Per me che scrivo molto rimane ancora un ottimo punto di appoggio, tutti gli altri strumenti fanno da corollario o meglio si integrano allargando magari la discussione, condendola. Intanto però qui nei commenti vedo che la discussione procede, e se non stanno benissimo i blog è anche vero che non sono ancora del tutto defunti 🙂

  1. Per come la vedo io, o meglio per come li uso io, il tumblr è diverso dal blog. Io uso il tumblr per raccogliere frasi, video, immagini, parti di conversazioni, articoli altrui che in qualche modo mi hanno colpito e che ho voglia di “conservare” in un posto [è un po’ il vecchio schedario dove ricopiavo le stesse cose o attaccavo immagini prese qua e là qualche tempo fa] e il blog ( che non è tecnico, informativo o chissà che ma soltanto personale) lo uso per scrivere ciò che mi passa per la testa, ciò a cui voglio dare una forma, ecc ecc. è un po’ il vecchio diario, anche se meno “intimo”

  2. Sono uno dei potenziali “tamarri” che per un po’ di anni ha scritto su wls, sempre con l’intenzione di emigrare verso piattaforme più raffinate ma con il dispiacere di lasciare quelle quattro chiacchiere, senza pretesa di dettar movimenti di opinione o stili.

    Sono uno dei potenziali “imbecilli” perché adesso quando ormai il wls languiva per mancanza di tempo e di vitalità, è arrivato questo wp che avevo già da tempo ma inattivo e in cui ho travasato tutto il passato.
    Con l’intenzione di riprendere a scrivere e scambiare idee ma soprattutto a (ri)trovare amici, perché dei maestri non ce n’è bisogno.

    Felice di ritrovarti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...