Convivenze

Oggi ho letto questo post di Sdreng sulla possibilità, per ora solo a parole, di aprire una chiesa in Arabia Saudita.

Speriamo davvero, ma in un certo senso concordo con il commento di Jorge a quel post quando dice che le moschee le hanno aperte da noi (inteso nella generalità dell’occidente, non mi riferisco a casi specifici). Certo è pur vero che in certi paesi a maggioranza musulmana esistono già comunità cristiane con le loro strutture, magari non eccessivamente cospicue ma abbastanza da avere necessità di luoghi di culto. La possibilità di aprire una chiesa suona tanto, per ora, come un “noi siamo più aperti di voi”. La realtà però è che  non è così, almeno attualmente, se siamo onesti, e al momento rimangono di fatto solamente parole. E la risposta aggressiva di questi giorni verso le scuole Cristiane in Kashmir in risposta alla provocazione del rogo del corano (ma anche pretesto per una lotta che si protrae in quelle zone da anni) e le tensioni esplose in mezzo mondo musulmano, quanto qui da noi ad esempio per la faccenda del centro culturale sociale islamico a New York (e non moschea come molti continuano a definirla), ma anche  in Italia ogni volta che si parla di moschee, dimostra che tanto qui quanto la l’apertura alla convivenza pacifica è solo un ipotetico concetto astratto, e per paradosso se lo si vuole andare a ricercare in concreto si deve percorrere il tempo indietro di secoli.

Annunci

2 pensieri su “Convivenze

  1. duhangst ha detto:

    Un piccolo passo in avanti è sempre positivo io credo. Per quanto riguarda il Kashmir la situazione forse è stata sfruttata per riaccendere gli animi separatisti.

    Io cerco di essere ottimista e spero che un giorno non faccia più notizia l’apertura di una chiesa così come quella di una moschea.

    • paz83 ha detto:

      si condivido, le notizie dovrebbero essere altre. Per quanto riguarda il kashmir infatti ho specificato la cosa. Ma in generale spesso queste questioni sono un pretesto per altri scopi. Triste ma vero, Dio, qualunque esso sia, non viene mai lasciato in pace.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...