Berlusconi spenga la Tv che tiene nel cucinotto

Come al solito una trasmissione pagata con i soldi pubblici si diletta nell’avere come unico bersaglio il governo e si diverte ad aggredirlo

Lo ha detto Berlusconi a proposito di Parla con me, programma della Dandini (questo pare sia il video che ha indispettito il Cavaliere).

Domanda: ma se Berlusconi e quelli del suo partito guardassero e badassero meno alla tv e si concentrassero di più sui problemi reali del Paese?

Faccia come noi, che la TV la guardiamo quasi mai, se non addirittura mai. Scoprirà incredibilmente che si vive bene lo stesso, anzi forse si vive meglio.

(a Proposito, io lo spettacolo di Ascanio Celestini che conteneva quasi tutti gli interventi che propone in questa stagione dalla Dandini, l’ho visto attorno a settembre al festival della filosofia a Modena, e davvero merita. Se Silvio e i suoi partecipassero anche a qualche evento culturale che non sia andare in Tv o a Mignotte lo avrebbero già visto anche loro)

Annunci

3 thoughts on “Berlusconi spenga la Tv che tiene nel cucinotto

  1. buona sera, leggendo tale critica distruttiva in quanto contiene attacchi espliciti, le consiglio di evitare di offendere le persone; le sue argomentazioni si possono enunciare e scrivere anche in modo meno volgare. La tv è un mezzo di comunicazione importantissimo in quanto al giorno d’oggi le il 90% e oltre del Popolo italiano si basa sui fatti raccontati dalla tv e se essa travisa la realta è gravissimo.
    Poi una punta di malizia meglio andare a mignotte a questo punto che a ——– e si risponda sa solo.
    buona sera.
    cordiali saluti
    Michael.B.

    • Credo che quanto contenuto nel post non rappresenti attacchi espliciti, quanto piuttosto l’opinione, quella si forse esplicita e anche un po’ esasperata, ma del tutto personale. Non credo in oltre che quanto esposto lo sia in maniera volgare. Maliziosa si, me lo conceda, ma volgare non credo: credo anzi che la volgarità sia più da leggere negli atteggiamenti e nelle uscite di chi ci governa che più di una volta si è concesso di attaccare, anche in modi che certo non si addicono ad un rappresentante del popolo tutto, ad una sola parte della cittadinanza e delle istituzioni. Quella, a mio modo di vedere è volgarità. Per un “mignotta” lanciato nell’articolo non penso si possa arrivare a parlare di volgarità, ma più che altro di verità, forse troppo esplicita, ma non sono io che lo dico, sono le cronache e gli eventi. Sono i tempi ad essere volgari, è la TV, quella che, come lei stesso sottolinea, influisce sul 90% della popolazione, in maniera, a mio giudizio, assolutamente parziale e fuorviante. La critica che espongo non è a mio parere distruttiva, distruttiva è la realtà a cui questa critica si rivolge. In ultimo non ritengo che quanto scritto sopra sia da ritenersi offensivo. Se si fa eccezione per quel M——a, il resto del testo fa riferimento alla volontà di abbassare il tenore culturale nel paese, eleggendo ad unico campo di confronto il Media televisivo che come già detto non è neutro.

      Cordiali saluti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...