Il no profit alza la voce contro il taglio alle tariffe postali agevolate per l’editoria

Leggo da Chit che il Governo ha ben pensato di cancellare le tariffe postali agevolate per l’editoria in data 30 marzo. O io son stato poco attento oppure hanno fatto alla solita..molto in silenzio e di gran fretta. Molte associazioni no-Profit si sono ribellate perché

Il decreto interministeriale del 30 marzo 2010 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di ieri in base al quale vengono soppresse le tariffe agevolate postali per tutta l’editoria libraria, quotidiana e periodica, in vigore con effetto immediato da oggi, colpisce in maniera molto dura le organizzazioni del settore non profit. L’ aumento è del 500% circa per ogni singola spedizione. Pertanto, nonostante il decreto specifichi che un successivo provvedimento potrebbe stabilire ulteriori agevolazioni, ciò comporterà un periodo di vacatio tra l’entrata in vigore del primo e l’eventuale successivo che coincide con un momento dell’anno in cui in genere ogni organizzazione attua delle spedizioni ai propri donatori.

e lanciano un appello, che potete trovare anche sul sito di Amnesty, per il ripristino delle agevolazioni. Siamo sicuri che Mondadori non ne risentirà invece.

Qui la pubblicazione sulla gazzetta ufficiale

Annunci

3 thoughts on “Il no profit alza la voce contro il taglio alle tariffe postali agevolate per l’editoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...