Morto per disidratazione

Morto per disidratazione: non scagiona nessuno, non deve scagionare nessuno. Per me rimane sempre omicidio bello e buono. Se è arrivato a quel punto, ad attirare l’attenzione arrivando alla disidratazione è perché molto probabilmente ce lo hanno portato. I lividi non mi parevano effetti speciali. Diciamo che Cucchi è stato indotto alla morte, è stato spinto alla morte. Suonerebbe molto più accettabile. Non sono le carceri libiche queste, siamo in Italia, o almeno dovremmo esserlo. Invece mi pare sia stato abbandonato, sembra che nessuno si sia accorto delle sue condizioni.

“Siamo arrivati a conclusioni molto chiare a Stefano Cucchi, probabilmente, sono state inferte lesioni traumatiche che non sono la causa diretta della morte che è avvenuta per disidratazione legata alla volontà di Cucchi di richiamare su di sé l’attenzione dei suoi legali e del mondo esterno”.

Una brutta pagina che speriamo si chiuda alla svelta con l’accertamento delle responsabilità di chi avrebbe dovuto vigilare e tutelare e non lo ha fatto.

Annunci

5 pensieri su “Morto per disidratazione

  1. franco mistral ha detto:

    cari cittadini italiani da tempo il potere non fa giustizia,non so le colpe di Stefano,ma da quanto letto
    sui giornali su questo uomo,essere umano si sono riversate frustazioni,sete di giustizia sommaria di più
    onorati agenti,disprezzo di medici verso uno ke fa uso di
    stupefacenti,se ne faceva uso,indinferenza e cerchiamo
    di salvarci il culo tra quelli responsabili adetti ai
    controlli ecc.ecc.,noi non valiamo meno ke niente per le istituzioni intese come le persone ke le rappresentano,le belle parole scritte non contano,mi spiace moltissimo per questa ingiustizia,tutti i giorni subisco e vedo sento subire altri esseri umani,tutti cominciando dalle più alte cariche si dovrebbero vergognare,ma ormai sono abituate ad usare parole vuote del loro significato,solo per far presa su qualche deficiente al momento delle votazioni,persone che usano i bisogni le neccesità delle persone per far soldi,uomini meschini,prima di dignità,pronti a tutto

  2. rolo ha detto:

    Basta, ho 72 anni e mi sento da sempre accusato di non comprendere, non capire, avere causato::::::::::::::
    Ma insomma tutti i tossicodipendenti, gli alcolizzatti, i pedofili, gli stupratori, i ladri gli assassini,i ragazzi teppisti che bruciano i barboni, i rumeni ,i rom, gli extracomunitari ed i comunitari( quelli che delinquono intendo ) NON HANNO MAI ALCUNA COLPA PROPRIA ?
    Sempre io ed i miei simili siamo responsabili ?

    • paz83 ha detto:

      Il problema non è l’eventuale reato. Nessuno contesta in se l’eventuale reato qualora fosse acclarato. Quello che viene contestato è il trattamento che viene riservato talvolta ad alcune di queste persone fermate, che vengono private di alcuni diritti fondamentali sanciti per prima cosa dalla costituzione. Lo stato deve essere garante non solo del rispetto delle regole, ma anche della incolumità e della preservazione della vita umana, anche se è quella di un soggetto che ha commesso reato. La legge prevede dei percorsi punitivi che vanno da alcune limitazioni alle sanzioni ed in fine alla carcerazione. Ed entro questi canali deve far rispettare le regole. Non può permettere e permettersi negligenze e violenze che per qualunque motivo siano lesive della salute e della diginità umana di qualsivoglia soggetto.

  3. Paolo ha detto:

    Mmmmm.. analizziamo la frase
    “Siamo arrivati a conclusioni molto chiare (Finalmente !!!) a Stefano Cucchi, probabilmente (come probabilmente, le conclusione erano MOLTO chiare tre parole fa ?) , sono state inferte lesioni traumatiche (Eh ?!?! inferte significa FATTE APPOSTA)che non sono la causa diretta della morte (e ci mancasse pure !!!!) che è avvenuta per disidratazione (Ahhhhh tutto chiaro la colpa è stata sua) legata alla volontà di Cucchi ( si si allora è PROPRIO una sua volontà morire disidratato) di richiamare su di sé l’attenzione dei suoi legali e del mondo esterno”.

    Facendo il punto possiamo dedurre che
    1) In galera ci possono picchiare ma senza ucciderci
    2) I traumi fatti anzi citando “inferti” su un ragazzo che pesava 40, 45 Kg non sono pericolosi per la sua salute
    3) Se è morto è perchè voleva morire

    Vorrei solo far notare a tutti che per Stefano ha funzionato la legge del più forte, per gli aguzzini apparteneti alla legalità E PAGATI ANCHE DA ME che hanno effettuato TORTURE a Genova nel Liceo durante il G8, è stato applicata una multa e chi comandava quella feccia è stato promosso!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...