Le priorità del partito

Facciamo un po’ come cazzo ci pare: ve lo ricordate il tormentone comico sulla casa delle libertà? Ora che è diventato partito delle/a libertà la musica non è cambiata a quanto pare. Fanno sempre un po’ come gli pare con la loro politica dell’improvvisazione. Una forza politica che non si preoccupa con la massima attenzione di una questione come quella delle liste elettorali e della loro presentazione già di per se dovrebbe innescare qualche dubbio. Qualche giorno fa mi è capitato di discutere con un amico che dichiaratamente è schierato a favore del partito di Berlusconi da anni. Mi ha detto che “con il suo atteggiamento ostruzionista la sinistra vuole impedire a noi elettori di Centro destra di esprimere la nostra opinione in maniera democratica”. Ma siamo davvero sicuri sia colpa della sinistra? Inevitabilmente mi è venuto spontaneo porgli una riflessione: “ scusa ma non ti è venuto da pensare che forse la colpa non è tanto della sinistra, quanto di un partito che non si preoccupa minimamente di rispettare i tempi e i modi costituzionali a sua disposizione per permettere al suo elettorato di esprimersi in quel modo democratico che tu mi citavi prima? Una questione come quella elettorale, l’unica possibilità nel paese di esprimere un giudizio sull’operato di chi ci governa dovrebbe essere tenuta in tale considerazione da non permettere disguidi del genere. Se succede è possibile che alla voce Parola del Cittadino sia stata affibbiata una etichetta di valore inferiore rispetto ad altre questioni (le priorità del partito, che a quanto pare non contemplano più di tanto i ritmi costituzionali).” Se succede forse è opportuno guardare in casa propria, almeno per una volta, e chiedersi perché è successo.

Non ho ricevuto una risposta, ma la promessa che ci avrebbe pensato e che mi avrebbe aggiornato sulla eventuale conclusione. Per me è già qualcosa.

Annunci

Un pensiero su “Le priorità del partito

  1. avereoessere ha detto:

    L’unica cosa che sanno ripetere a pappagallo è che la sinistra vuole tappargli la bocca. Ieri a Roma c’è stata una bella mobilitazione, così anche come in altre città, a prescindere dall’orientamento politico. Qui si parla di un sopruso bello e buono, altro che ‘sta storia dei comunisti…
    Vale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...