Che poi non era il massimo usare la politica dei due forni in terra santa

Lo so che suona male quello che sto per dire, ma nel suo viaggio in Israele Berlusconi ha usato un tantino la politica dei due forni (che non è piaciuta molto da quelle parti), o se volete del colpo al cerchio e di quello alla botte. Povera Israele prima, povera Gaza dopo. Rilancio con povera Italia alla fine. Poi,quando pareva stesse andando tutto per il meglio, più o meno, Silvio dice che non si è accorto del Muro. Ma come no? Oltre che governarli, i giornali li legge oppure no? Forse sarà per via del suo legittimo impedimento neuronale. Vai mai a sapere.

Annunci

One thought on “Che poi non era il massimo usare la politica dei due forni in terra santa

  1. la politica dei due forni non è mai piaciuta da quelle parti, ma proprio no. tra l’altro un giornale israeliano [Yediot Ahronot] ha riportato i particolari della cena di gala tenutasi a Gerusalemme: Silvio ha fatto le imitazioni, raccontato le barzellette e ha finanche annunciato il regalo che avrebbe fatto ai commensali, ovvero un cd con sue canzoni. spero, e sottolineo spero, che si sia evitato la barzelletta sui Kapò

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...