Giornata della memoria

Io non volevo essere retorico, non volevo scrivere le solite cose, ne scrivere un manifesto pomposo alla memoria, memoria che ho grazie a persone come mio nonno, che quel periodo storico lo hanno vissuto. Io non riesco nemmeno ad immaginarmi cosa possa essere stato, e nemmeno molti di voi, e troverei presuntuoso stare qui a macinare parole ampollose buone per l’occasione. L’unica cosa che posso fare è conservare le parole di chi ha vissuto quella tragedia, cercando di capire, cercando di ascoltare, cercando di imparare. Mio nonno diceva sempre che LA MEMORIA CI MANTIENE VIVI!

Annunci

2 thoughts on “Giornata della memoria

  1. sacrosanto ricordare, e ricordare anche che i campi non eran destinati solo agli ebrei, agli “zingari”, ma magari, con meno sforzo di memoria, bisognerebbe guardarsi attorno: quando e dove abbiam smesso di deportare, epurare, massacrare? in bosnia? in africa? in asia? quando abbiam smesso di costruire campi di concentramento? quando abbiam inizato a chiamarli campi profughi?
    da me ho scritto
    credere che ieri non abiti più l’oggi è il peggior servizio che possiamo fare al domani

  2. è doveroso ricordare tristi pagine di storia, scritte col dolore di tanti uomini, nella speranza che sempre e ovunque sia riconosciuto il valore di ogni persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...