Gaza dolce Gaza

Oggi ho sentito dire che Gaza è il più grosso campo di sterminio legalizzato che la storia conosca. Senza dubbio non mi è difficile vederlo come il più grande campo di concentramento esistente. Più di un milione di persone vive in quei territori più volte occupati e ora isolati. Su due lati è chiusa da Israele che ha già costruito una tratta di muro, e altre ne sta progettando. Su un lato c’è il mar mediterraneo, le cui acque, almeno sotto costa, come la cronaca ci insegna, sono controllata dagli Israeliani che non si fanno scrupolo di tanto in tanto a sparare sulle barche da pesca Palestinesi. Rimaneva un lato della striscia tutto sommato privo di muri, ma purtroppo spesso utilizzato per traffici illeciti, oltre che di sopravvivenza visto quello che è un embargo a tutti gli effetti su quelle terre. Quello che rimaneva senza muri era al confine con l’Egitto, che però a quanto pare verrà sigillato anch’esso con una barriera, che nelle intenzioni dovrebbe scendere sotto il livello del terreno per qualche decina di metri, questo allo scopo di impedire la costruzione di tunnel per il contrabbando di medicinali, cibo e sopratutto Armi. Sono anni che gli abitanti della striscia vogliono un posto da chiamare e in cui sentirsi a casa. Ecco, i muri glieli stanno facendo, ci manca il tetto, e poi potranno mettere una grossa pedana sull’ingresso con su scritto Gaza dolce Gaza. A buon rendere, sicuramente.

Annunci

5 thoughts on “Gaza dolce Gaza

  1. Il 70% degli abitanti di Gaza ha un collegamento ad internet in casa.
    http://tinyurl.com/yam6ah4
    (Nella West Bank solo il 68%)

    Meglio rimanere a casa. Se vanno in un Internet Cafe’ possono succedere cose poco simpatiche
    http://www.maannews.net/eng/ViewDetails.aspx?ID=252933
    Pero’ non e’ l’esercito di Israele che li fa saltare in aria, quei caffe’, quindi la stampa non ne parla.

    Jimmy Carter sostiene che Gaza la gente e’ denutrita come nelle “poorest parts of Africa.” Dove chissa’ in quanti hanno internet in casa. http://www.ynetnews.com/articles/0,7340,L-3533297,00.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...