Campagna contro l’omofobia: esercizio perbenista o intenzioni serie?

rifiuta l'omofobia pari opportunità campagna istituzionale

Se in un paese serve uno spot contro l’omofobia vuole dire che c’è un’ emergenza omofobia. Lineare. Inutile negarlo. Ma se a creare questo spot è il governo che poche settimane fa è stato partecipe nell’affossamento della legge sull’omofobia allora qualche dubbio sorge. Intendiamoci, lo spot è ben accetto.

Meglio tardi che mai anzi, oserei dire. Solo che come al solito sono quelle cose che ti lasciano perplesso. Se, come è, il problema è serio mi chiedo come mai tanto tempo per presentare una legge in tal senso che tuteli realmente e punisca severamente ,per poi ostacolarla e affossarla, e indi buttare fuori uno spot e una campagna (Rifiuta l’omofobia, non essere tu quello diverso) atti a sensibilizzare la società.

Ci sono volute svariate serie di casi piuttosto violenti negli ultimi due anni per arrivare a questo? Non bastava il buon senso alle prime avvisaglie? Non era poi, in primis, necessario fare si che tutti i politici verificassero la connessione tra cervello e bocca prima di sparare perle omofobiche da far rabbrividire alcuni gerarchelli nazisti nella tomba, e che non hanno fatto altro che alimentare la tensione negli ultimi anni?

O concordiamo, tutti, che l’omofobia è reato, è un atto riprovevole, e che quindi ogni affermazione sull’argomento deve essere ben ponderata onde evitare di offendere la sensibilità di una fettà della società, che, strano a dirsi eh, ha gli stessi diritti di tutti, a partire in primo luogo dai politici, da cui partono spesso le affermazioni che incendiano la piazza, ci fermiamo tutti un attimo a riflettere e cerchiamo di buttare giù una legge giusta che tuteli il cittadino di concerto tra tutte le forze politiche, oppure ci ritroviamo ad analizzare l’ennesimo esercizio di mera retorica perbenista che non porta vantaggi a nessuno, men che meno agli interessati.

Detto ciò, plauso alla Carfagna, se riuscirà a dare forza a questa campagna che certo non fa male al nostro paese. Resterà poi da vedere in sede parlamentare cosa tireranno fuori, se riusciranno a tirare fuori qualcosa.

Annunci

2 thoughts on “Campagna contro l’omofobia: esercizio perbenista o intenzioni serie?

  1. Intanto Obama ha fatto la sua legge sull’omofobia e noi no.
    Poi quel “Non essere tu quello diverso” mi lascia un pochino perplesso..
    Insomma nessuno è diverso da nessuno, invece qui si parte da un presupposto un pochino subdolo: “Sono diversi ma accettali..”
    Non è il massimo a mio avviso..

  2. Voglio essere ottimista e sperare che sia un inizio. Di sicuro ci sono le premesse, hanno fatto delle promesse (si lo so che quelle sono gratis e non costano) quindi…
    non resta che vigilare affinchè non cadano nell’oblio del grande circo dell’informazione 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...