Una pallottola per Silvio Berlusconi

C’è tensione. Quello che il giovane esponente del PD modenese ha scritto su FB è grave. Inaccettabile, e non aiuta un clima già teso. Resosi conto della minchiata apocalittica (il termine è adeguato) che ha scritto ha chiesto scusa a tutti, premier in testa, e ha presentato le sue dimissioni da tutti gli incarichi nel partito (un po’ di buon gusto non fa mai male, anche se sempre a posteriori). Dimissioni accettate dal PD. Giustissimo. Sottolineo però, e sono convinto, che a soffiare su questo clima bollente in Italia da mesi sono spesso e volentieri anche altre forze politiche o chi a loro vicino. Basti pensare alle ultime esternazioni di Brunetta tra cui il suo vadano a morire ammazzati. Brunetta, ricordiamolo, è un ministro della Repubblica Italiana. Sarebbe bello, oltre che giusto, vedere dimissioni in tal senso anche dall’altra parte.

La frase incriminata:

«Ma santo cielo, possibile che nessuno sia in grado di ficcare una pallottola in testa a Berlusconi?»

Annunci

7 thoughts on “Una pallottola per Silvio Berlusconi

  1. Ci si deve porre il problema; Se nel 24 qualcuno fosse stato un po’ meno per bene e avesse sparato a Mussolini (che comunque doveva finire sparato 20 anni dopo). Sarebbe stato un bel guadagno per tutto il paese.

    • Non e’ molto sbagliato il tuo ragionamento, ma questo lo sappiamo ora. Non possiamo sparare ad una persona solo perche ad alcuni potrebbe sembrare simile al duce.
      Secondo, ne faresti un martire. (Ed anche Duce sarebbe diventato un martire se fosse stato ammazzato come dici tu) Risultato 100 Pseudo-Berlusconi incazzati pronti a prendere il suo posto. Se si vuole questo…..

  2. se un leader politico fonda i suo potere anche sulla sua fisicità e sul suo corpo, la parte a lui fedele lo idolatrerà e vedrà anche un potere taumaturgico, la parte avversaria vedrà in quel corpo la incarnazione stessa del male del potere da abbattere. E’ quindi fisiologico che si pensi una cosa del genere: il problema è l’italia di berlusconi, si elimina berlusconi e si riparte da capo.
    Se lui può permettersi di autodefinirsi immortale allora deve anche accettare le fantasie sulla sua morte da parte degli avversari.
    A partire dal’26 il parlare in pubblico della possibile morte di mussolini divenne reato, non vorrei che mistificando un gesto così piccolo si finisse nello stesso tranello

  3. Se lo ammazzano diventa un martire, visto come lo adorano i suoi elettori che lo elevano quasi al livello di divinità, ed allora avrà vinto lui.

    Meglio resistere ed aspettare la morte naturale, non può mancare ancora tanto…

  4. berlusconi ed i suoi lacchè stanno facendo tanta caciara per una frase detta,ma pensate guanti bambini e persone moriranno o saranno ammalati per colpa dei liceziamenti nelle scuole ed in altri posti di lavoro? per colpa di guesto governo e di silvio berlusconi.penso che guesto è criminalita

  5. Caro Matteo,
    con la frase di brunetta giochi proprio con le parole. “vadano pure morire ammazzati” non e la stessa cosa, a mio avviso, di una frase “possibile che nessuno sia in grado di ficcare una pallottola in testa a Berlusconi”.
    Certo il buon Brunetta faceva meglio a mordersi la lingua. Il suo è uno fogo generico e mi sembra che il termine il neologismo “morire ammazzato” sebbene offensivo sia abbastanza comune. Io stesso tendo ad usarelo con qualche automobilista un po sportivo che mi fa arrabbiare di tanto intanto (del tipo “ma va morire ammazzato stronzo” e cose similari). Certo se lo dico io quando sono in macchina contro un signor nessuno la cosa è irrilevante.
    Il riferimento ad una pallottola è ben più grave.
    Poi se il buon brunetta deve dimettersi per una frase che dobbiamo fare a Marrazzo. Frustarlo sulla pubblica piazza!
    Infine per quanto mi riguarda il tizio ha detto le cose sulla pallottola poteva anche fare a meno di dimettersi. Cazzate ne abbiamo fatte tutti e sono proprio quelle che ci migliorano. Magari uno cono una cazzata cosi grossa sulla coscienza sarebbe diventato un politico più saggio da tanti che siedono in parlamento al giorno d’oggi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...