Mi ero illuso di Babbo Natale, poi della sinistra. Ora mi illudo del piano eversivo

Tutte le volte che sento parlare di un piano eversivo per scaravoltare Berlusconi mi illudo. Mi illudo allo stesso modo di quando avevo pochi anni di vita e per natale sognavo un trenino elettrico (mi piaceva un set completo della Lima che costava una follia). Tutti gli anni, per molte repliche, ho chiesto quel cazzo di trenino, e tutte le volte i miei mi dicevano “se farai il bravo vedrai che babbo natale te lo porta quel trenino”. Cazzate. Molti anni e parecchie tornate elettorali dopo ho capito che Babbo Natale era concreto quanto le promesse della sinistra. Una dura realtà da mandare giù per un giovane uomo che si appresta a crescere e a definire la propria linea di pensiero politico e non solo. Il dubbio era amletico, si prospettava un bivio nella mia adolescenza. Continuare a credere in Babbo Natale o cominciare a credere nella sinistra? A 16 anni mi pareva quantomeno scacciafiga continuare a credere nel primo, almeno alla luce del sole. Passata una certa età dovrebbe rientrare in quel limbo dove rinchiudi i tuoi scheletri più morbosi e perversi: vedi riviste di interesse puramente filantropico come Le Ore o simili, o l’eventuale passione per i calendari di frate indovino (e questo non è il mio caso, ma lo porto comunque ad esempio). Cominciare a credere nella sinistra invece mi pareva sul momento la soluzione migliore anche se sapevo in cuor mio che molti anni più avanti mi si sarebbe ritorta contro facendomi fare la figura del pirla. E in fatti l’anno scorso a confronto col fratellino di dodici anni di un mio amico venni quasi alle mani. “Credi ancora in babbo natale” gli avevo detto schernendolo e deridendolo. Per tutta risposta aveva ribattuto che io ero doppiamente pirla perché alla mia età credevo ancora nella sinistra. Touché, ma la tentazione di affossarlo nell’asfalto con un pugno in testa era stata forte, e fanculo al pacifismo della sinistra. Oggi ho molti anni di più e fingo di non credere più a Babbo Natale, almeno alla luce del sole, ma mi illudo ancora di ricevere quel trenino elettrico. Così oggi, allo stesso modo, ogni volta che sento parlare di quel piano complicatissimo per scaravoltare Silvio in cuor mio penso e mi illudo che…quasi quasi, che fosse vero? Che per una volta quelli del governo dicano la verità? Ma poi penso che la storia di Babbo Natale e del trenino mi deluse allo stesso modo della sinistra negli anni successivi, e se adesso mi illudo basandomi su queste voci poi ho un po’ paura che sia tutto fumo e niente arrosto. E una volta va bene, due anche, ma alla terza poi mi girano i maroni. Mia mamma, che sovente mi da amorevolmente dello sporco comunista, di tanto in tanto legge il mio blog, ne ho le prove, e ogni volta sostiene che io sia ossessionato da Berlusconi. Mia mamma non è quel che esattamente si potrebbe definire una donna di sinistra, per un cazzo proprio. Così tutte le volte le rispondo che non sono io ossessionato da lui, ma anzi, è lui ad essere ossessionato da quelli come me. C’è una bella differenza. Ogni volta le porto ad esempio la scena di dumbo, quando il topolino entra nel tendone degli elefanti e fa una semplice pernacchia scatenando il panico negli elefanti che si imbizzarriscono. Non attenta alla vita degli elefanti, per nulla, agisce tramite un gesto puramente di forma, esattamente come la sinistra fa svolgendo il suo ruolo d’opposizione. Fa pernacchie e nulla di più. Questo è uno dei motivi che mi porta a pensare che forse forse faccio male ad illudermi su quel tanto sventagliato piano eversivo che sarebbe creato nell’ombra da una sinistra che almeno alla luce del sole fa solo pernacchie. Eppure, lo ammetto, a non illudermi non riesco, nonostante sia abbastanza grande da non credere più a favole, miti, leggende e sopratutto alle capacità della sinistra.

Annunci

One thought on “Mi ero illuso di Babbo Natale, poi della sinistra. Ora mi illudo del piano eversivo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...