Il grunge..ma ci pensi? Sembra passato un secolo

Sinceramente su Silvio non so più cosa dire, anche perché lui va in tv e fa tutto da solo. Così, mentre ieri sera lui parlava a qualche Italiano collegato su rai uno io ero in centro a Modena, sotto la pioggia, seduto ai tavolini del solito baretto coi soliti amici a festeggiare una nostra amica. E così, mentro ero li al bar (tenuto per l’occasione praticamente tutto per noi) che chiaccheravo ecco che compare la piccola figlia di una delle bariste. Avrà 4 anni circa. Ecco, mi son sorpreso a guardarla e a pensare quanto fosse piccola e sveglia, mentre tutti in coro cantavamo, noi matusa, tanti auguri sotto un cielo grigio. Ah i bei tempi della torta con le candeline e tutti gli amichetti intorno al tavolo, e i giochi organizzati dalle mamme per tenere tutta la mandria occupata durante l’evento festaiolo onde evitare che l’uragano schiamazzante devastasse casa del festeggiato. Ad una mia festa, forse quella dei nove anni, ricordo che un mio compagno perse il suo apparecchio per i denti in maniera roccambolesca. Se lo era tolto e lo aveva arrotolato in un tovagliolino di carta, di quelli con su disegnati cappellini e trombette, classici da festicciole, poi lo aveva abbandonato sul tavolo vicino alle torte. Qualche ora dopo, giunto il momento di tornare a casa, la tragica scoperta. Era sparito il cartoccio contenente la bacchetta magica per il suo futuro e sano sorriso. Una Milionata di lire finita evidentemente nel rusco, in tutti i sensi. Qualcuno, scambiandolo per cartaccia appallottolata lo aveva gettato via. Fu la prima delle due volte che capitarono nella mia vita in cui vidi qualcuno di mia conoscenza praticamente infilato nel cassonetto del rusco, ed era mio padre, novello indiana Jones alla ricerca dell’apparecchio perduto. La seconda volta fu molti anni dopo, e fu in seguito all’inavvertito lancio del fumo in un cassonetto. Anche questa volta era stato stupidamente arrotolato in un fazzoletto di carta. In quella occasione la reazione fu da parte di tutto il gruppo più da panico, tipo passeggeri di un volo che sta precipitando. Non so se ho reso l’idea? Ma grazie a Dio in entrambe le occasioni si riuscì a recuperare tutto. Ieri non abbiamo perso niente invece, nemmeno la memoria, che per quella c’è ancora tempo. Insomma, ecco con il mio spritz delle 23 in mano sempre ieri sera mi son reso conto che ho passato gli ultimi giorni a rispolverare tutto il mio percorso musicale adolescenziale, leggesi anche come punk, grunge e indie dei più scadenti, il tutto shakerato con delle sane leggende rock. Il grunge! Ma ci pensate? E chi se lo ricordava più il grunge? E’ stato allora, con lo spritz delle 23 in mano e una torta con un 23 che giungeva sul tavolo e la quattrenne che fino ad un ora prima scorrazzava tra i tavolini e il grunge che mi girava in mente che ho tragicamente realizzato che sto invecchiando. Non da andropausa, ma insomma, negli ultimi mesi qualche ciuffo bianco lo scorgo tra i miei capelli, e non son mica Silvio che appena ne trova uno bianco chiama i servizi segreti e lo insabbia. Solo a ripensare ai tempi in cui ascoltavo grunge costantemente devo andare indietro di 7-8 anni. Che non son tanti, ma se pensi che hai 25 anni ti rendi conto che son buona parte del tuo trascorso. Ecco, quando nel 2060 qualcuno leggerà questo post saprà che da qualche parte nella rosa bassa modenese c’era uno, un tal paz83 che a 25 anni si faceva già venire le ansie da settantenne e aveva il chiodo fisso per l’allora presidente del consiglio. A proposito di Berlusconi, ma ci pensate che su 25 anni della mia vita lui è prepotentemente in mezzo ai maroni da quasi vennt’anni? Cioè, io ho vissuto tutta la pubertà, l’adolescenza e tutt’ora vivo con la sua presenza imbarazzante. Poi dicono che siamo venuti su male. E ci credo….!

Annunci

2 thoughts on “Il grunge..ma ci pensi? Sembra passato un secolo

  1. Cavoli…Vecchio a 25 anni! Anch io vidi i Nirvana a Roma nel 94, insieme ai Melvins_Forse son un po piu vecchio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...