Basterebbero tre domande forse

Il problema Berlusconi esiste dal giorno in cui è sceso in campo, come piace dire a lui. E continua ad esistere perché continua ad essere votato. Ora, tutte queste iniziative di Repubblica per la libertà di stampa e via dicendo, sono apprezzabili, certo, ma lasciano il tempo che trovano secondo me. La vera battaglia, culturale, andrebbe fatta in un’altra direzione. Fatela nei confronti di chi il voto a Berlusconi lo continua a dare alimentando di conseguenza tutta questa situazione. Chiedete all’elettorato di Silvio di premere sui vertici del partito affinché si mettano in discussione aprendo le candidature anche ad altri potenziali candidati eleggibili. Il fatto è che se la scossa non arriva dalla base, dall’elettorato, che sostiene la maggioranza e che è maggioranza nel paese (inutile negare che non sia così) le cose difficilmente cambieranno. Se è l’area della sinistra ad attaccare la destra, talvolta con arroganza, questa, inevitabilmente si farà solo più compatta dall’elettorato fino alla dirigenza. Bisognerebbe invece instillare la criticità negli elettori di centrodestra, che non vuole dire chiedergli di votare a sinistra, ma domandargli: Siete sicuri che Berlusconi premier sia l’unica alternativa per il vostro partito? Siete sicuri che tutti volete allo stesso modo un unico reggente indiscusso a governare? Siete sicuri che costui vi rappresenti nel modo più appropriato, politicamente, eticamente e moralmente? Tre domande basterebbero secondo me. Gli elettori di centrodestra non sono mica stupidi come vogliono farci credere, così come quelli di Centrosinistra non sono tutti comunisti.

Annunci

8 pensieri su “Basterebbero tre domande forse

  1. cristina ha detto:

    “La nostra testa e’ rotonda perche’ il pensiero possa cambiare di direzione”
    F. Picabia
    comunicazionelavoro.splinder.com

  2. Gwendalyne ha detto:

    Io credo che l’attuale maggioranza sia così forte proprio perché si compatta attorno al premier, il quale esercita sulla gente un fascino per me inspiegabile. Senza di lui, il centrodestra andrebbe incontro a una ricostruzione radicale (posso dire radicale? 😉 ).

    • paz83 ha detto:

      e se puoi dirlo, diciamolo..radicale. E’ questo che voglio dire, se appunto la scossa non parte da li credo che si potranno fare anche 10 appelli per raccogliere firme al giorno ma nulla cambierà

  3. Gwendalyne ha detto:

    Ci vorrebbe una scossa notevole, visto quanti elettori votano centrodestra proprio perché c’è lui. Prima di fare domande a loro, forse dovremmo porcene una noi: come mai i berlusconiani non vedono, o se lo vedono lo reputano irrilevante, quello che per noi è così palese?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...