Quando l’Idiozia è senza se e senza ma

La rete è uno strumento straordinario. Peccato che come in tutte le cose ci sia qualcuno che la utilizza per scopi poco nobili. Nella fattispecie mi riferisco ad un Gruppo sorto su Facebook esplicitamente offensivo nei confronti del soldato Italiano della Folgore morto in Afghanistan l’altro giorno.

Si leggeva nella descrizione del gruppo:

Alessandro Di Lisio era molto probabilmente uno schifoso militare assassino ! collega di molti militari che uccidono ogni giorno donne,bambini,vecchi….senza pietà .
Una merda che non rispettava la Costituzione art 11 ” L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo. ”
Infangava e non onorava affatto il nome dell’Italia , Stop all’ipocrisia !
La pace non si porta con bombe,fucili,dardo,mangusta e cacciabombardieri ! “missioni di pace ” = Guerra sanguinaria
Sono morti milioni di afgani inermi ! Inoltre 3/4 di Afghanistan è in mano ai taliban dopo 8anni di guerra .

Oltre alla morte di migliaia di altri militari italiani e non….

NO WAR NO WAR NO WAR ! YES PEACE AND LOVEEEEE !

I modelli da seguire sono : Gino strada ed Emergency , Amnesty , Alex Zanotelli e non i militari.

Ora, io non sono certo un simpatizzante delle azioni militari. E anche in occasione dell’inizio del conflitto Afgano, come moltissime altre persone nel mondo, decisi di protestare. Partecipai alla manifestazioni in maniera pacifica e non offensiva, perché quello mi sembrava il luogo più opportuno per affermare il mio dissenso. Allo stesso modo feci il 15 febbraio del 2003 a quella che si tenne a Roma contro il conflitto che stava nascendo nel territorio Iracheno. Dissenso appunto. Uno è liberissimo di manifestarlo qual’ora lo ritenesse opportuno, nei modi più civili dignitosi però.

Dissenso è, secondo me, molto differente da offesa, rancore, istigazione all’odio senza se e senza ma, tanto per citare uno slogan che ai tempi andò per la maggiore e che anche oggi tal volta viene usato, in certi casi anche a sproposito ad esser sinceri. Esiste dunque modo e modo per manifestarlo. In questo caso ritengo che non si tratti di dissenso, ma più che altro di ingoranza e mancanza di una qual si voglia briciola di morale. Io dissento dall’iniziativa bellica, ma non mi permetto di insultare chi ha fatto scelte differenti o ha intrapreso differenti percorsi di vita. Questo no. Sopratutto se ad essere messe sulla graticola sono persone che non possono controbattere perchè morte. Si può obbiettare che sono Morte percorrendo una scelta loro, ma non ci si può permettere di infangare il nome. Questo no. Anche solo per rispetto alla famiglia che certo cople non ha e che oltre al lutto si trova a dover subire anche gli insulti di qualche deficente che non ha argomentazioni valide da mostrare a supporto del suo dissenso se non l’inutile arroganza con cui si autoelegge a giudice supremo delle cose della vita. A queste persone, a quelle delle 10, 100, 1000 Nasiriya, a quelle che Quatrocchi mercernario, a quelle che urrà quando un soldato muore perché se lo merita, a tutte queste persone io manifesto il mio dissenso nei loro confronti. Vergognadomi di come qualche volta questo paese riesca a partorire così abberranti soggetti.

Bene dunque hanno fatto tutti quelli che hanno sfruttato il tasto segnala come inadatto andando sul gruppo in questione, bene hanno fatto alcuni a sporgere denuncia. Perchè per esprimere dissenso c’è modo e modo. Sta solo a noi ed alla nostra educazione scegliere il più corretto e civile.

Il gruppo, nel momento in cui scrivo, pare sia stato rimosso. Io credo un ottima notizia.

Annunci

16 thoughts on “Quando l’Idiozia è senza se e senza ma

  1. Concordo Paz, era il minimo la denuncia. E chi si è iscritto dovrebbe almeno avere la decenza di vergognarsi, e di andare a trovare la moglie dell’uomo. E guardarla in faccia, dicendole questo.
    a parole tutto è semplice in questo mondo.

  2. Per prima cosa noto che non viene citata la bambina uccisa dalla truppe italiane pochi mesi fa. Si vede che era una talebana, come non vedo un vogliamo chiarezza e sapere se sono andati in galera gli assassini cosa che dubito.

    E me ne spiace perchè se si pretende tanto rigore con chi attraverso la libertà di espressione ha esternato ciò che pensa lo dovrebbe pretendere anche con gli assassini della bambina. Mi stupisce questa ipocrisia e l’approvazione della corsa alla delazione per censurare chi diversamente la pensa da Voi.

    Siamo un esercito di invasione in uno stato che non è il nostro, non stiamo difendendo i confini nazionali, non stiamo garantendo sicurezza a nessuno, stiamo combattendo quella che la resistenza afghana come fecero i russi anni fa. Siamo truppe di invasione che uccidono civili.

    E ora fatemi ridere magari avete pure fatto sciopero dei blogger contro il decreto alfano,quando siete uguali a lui.

    • Scusa, ma mi sembra tu ti stia un po’ arrampicando sugli specchi, perchè qui si sta parlando di un’altra cosa. Nessuno nega che tu abbia ragione riguardo quella bambina o riguardo all’esercito di invasione, ma non è questo il punto.

      Il punto è che non si porta rispetto ad una persona, insultandola nel momento in cui viene a mancare. Perchè se uno mi sta sui maroni, glielo dico in faccia quando è vivo, non gioisco quando muore.
      Spero converrai con me che è un comportamento talmente meschino da dare quasi il voltastomaco.

  3. mai scioperato….e poi che c’entra, è un discorso troppo qualunquistico e forse proprio per questo qualunquismo è giusto che ci sia il decreto alfano…

  4. Pingback: Capito perchè non si farà mai la rivoluzione in italia? « Precariopoli – ÞЯЗĆ@гÍǾÞðŀĬ

  5. Pingback: La Settimana #12 e Vincitori. | E Carmen Sandiego?

  6. Pingback: » Capito perchè non si farà mai la rivoluzione in italia? Precariopoli – ÞЯЗĆ@гÍǾÞðŀĬ

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...