Il sacro consiglio del PD ha deliberato

Che Grillo non mi piaccia per i toni e per i modi non è un mistero. Ma che il partito democratico avesse in seno un consiglio degli Ulema che decide chi è adatto al partito e chi no mi era sfuggito. Lasciando da parte la questione della candidatura (lo statuto lo impedirebbe, ma quanto poi effettivamente questo statuto conti agli effetti all’interno del partito non è dato sapere. Speriamo non solo nel momento in cui questo torni eventualmente comodo) prendo in considerazione la questione del tesseramento. Da quel che ho capito al di là della questione della residenza a Grillo viene imputata la linea, sua politica, che discoterebbe da quella del PD. Gli viene anche riconosciuta la colpa di aver più volte criticato e attaccato il partito, e per questo non verrebbe riconosciuto idoneo per il tesseramento. A parte che all’interno del partito io di linee concordanti tra loro ne ho viste 0. E’ tutto un fiorire di correnti e correntine. Figurarsi. Poi che venga respinta (staremo poi a vedere) una richiesta di tesseramento sulle basi dell’attività e delle idee dell’individuo richiedente mi pare assurdo. E quanto meno assai poco democratico. L’idea che hanno dato, e sono in molti a quanto pare ad aver colto la medesima impressione, è quella di una grande paura. Se queste sono le premesse che porteranno alle primarie mi sa che tanti saluti e buona notte al secchio.

Annunci

3 pensieri su “Il sacro consiglio del PD ha deliberato

  1. Pepenero ha detto:

    Grillo per quel che mi riguarda non è adatto a guidare il pd: ci sono ‘correnti e correntine’ che un personaggio diretto come lui farebbe letteralmente saltare in aria. E’ vero che l’esigenza di un perenne compromesso è ciò che impedisce al partito di andare avanti ma non si può non tenere conto che le voci del pd (diversamente da quanto accade per LA voce del pdl) non possono essere sintetizzate da chi di fatto non fa parte del pd e non ne farebbe comunque parte anche con la formalità dell’iscrizione. Certo è che il muro alzato da questo fantomatico consiglio esalta la temibilità del personaggio e del suo movimento.

  2. Le Favà ha detto:

    Ormai il Pd veramente non sa cosa essere, perchè esserlo e cosa serve. Sta subendo il momento del pessimismo leopardiano:

    “Chi sono, da dove vengo, dove vado?”

    Ecco. Ora come ora è così.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...