Fiducia sulle intercettazioni. Il premier non si fida

Avrà anche vinto le elezioni, sarà un governo con “ampissimi” consensi in tutto il paese. Ci starà traghettando meglio di tanti altri governi mondiali fuori dalla crisi. Tutto quello a cui “volete credere” voi. Però ancora una volta è costretto a blindarsi dietro la fiducia per non correre il malaugurato rischio che qualcuno possa pensare con la sua testa votando, per Dio non sia mai, contro questo disegno di legge,  sulle intercettazioni telefoniche e il loro utilizzo. Con le spiacevoli conseguenze, e i rallentamenti che ne deriverebbero nel caso passasse, e che magistratura e varie hanno già più volte sottolienato. Insomma. Vietato votare secondo coscienza, anche sul lodo Alfano. Avanti così!

Annunci

One thought on “Fiducia sulle intercettazioni. Il premier non si fida

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...