Europa svolta a destra senza nemmeno mettere la freccia

Ok, la buona notizia è che la voce ambientalista prende un tantino più di forza in Europa. Poi c’è la cattiva, ossia, la grande forza che nemmeno troppo piano stanno assumendo le formazioni politiche di estrema destra e xenofobe all’interno della comunità europea. Da una parte c’è l’America che cambia, che si apre (molto moderatamente al dialogo, che sceglie il cambiamento) e dall’altro una vecchia Europa che non solo svolta a destra senza nemmeno mettere la freccia, ma che in quella direzione si estremizza pure. E questo non è assolutamente un bene. In Italia il rischio xenofobia, che che se ne dica, è alto, e la corrente a tratti si fa sentire forte. Se a questo aggiungiamo l’aria che tira nel resto del continente e il forte risultato della Lega Nord (la prima cosa che Cota ha detto intervistato intorno all’una e mezza passata è stato No alla Turchia in Europa, la lega fare sentire la sua voce. Cominciamo bene) che acquista voce a Strasburgo c’è da riflettere molto. Per quanto riguarda le Europee, nella provincia di Modena, la Lega si attesta come terzo partito, e questo è un dato da non sottovalutare per nulla. E se a Milano all’ingresso e all’uscita del seggio dove Rassmea Salah era presidente qualcuno protestava dicendo che l’Italia ha le sue tradizioni e vanno rispettate, che era inaccettabile, io mi chiedo quando ci siamo riscoperti così nazionalisti? Così attaccati ai valori e ai simboli del nostro paese? E poi così, tutto di un colpo (tutti tranne la costituzione poi)? Il fatto poi che qualcun’altra/o abbia detto che il fatto di portare il velo creava l’idea di sospetto, di poco chiaro in contesto come quello elettorale non è sintomo di xenofobia, ma di profonda ignoranza e stupidità dell’italico abitante. Ma è questo il problema. La paura, il sospetto, il razzismo trovano terreno fertile sull’ignoranza, sulla poca cultura, sul menefreghismo, e in Italia, lo sappiamo, ne siamo ben forniti. Io non so in che direzione andremo. Ma non si prospetta nulla di buono all’orizzonte. Magari è una sensazione solo mia. Chi lo sa.

Annunci

9 thoughts on “Europa svolta a destra senza nemmeno mettere la freccia

    • molto pericolosa questa lettura delle elezioni il passato fà paura. Crisi poteri esagerati paura incucata giornalmente, chissà una terza guerra mondiale, musulmani contro cattolici, io sono preoccupato tira un areaaa di me…..a. speriamo bene

  1. Non capisco che caspita abbiano da esultare quelli del Pd, va bene che la loro nuova giovane candidata ha avuto successo, ma non si sono accorti che la destra è sempre più in crescita? Mah.

  2. se la voce ambientalista prende piede non è necessariamente una buona notizia, per fortuna che gli ambientalisti si stanno accorgendo pian piano di tante cazzate fatte e stanno cambiando pure loro, ma ci vorrà del tempo…

    • se ti riferisci a certi estremismi arrivati da quell’area politica di capperate ne hanno fatte si, ma si stanno ravvedendo e mi pare giungano anche buone cose. Certo meglio loro di certe realta di estrema destra (non sarebbe nemmeno da fare il paragone a dire il vero)

  3. Siamo messi male, mazziati e divisi. Soprattutto divisi, e all’orizzonte non si vede voglia di unità. Se penso a quel giornale fondato da Gramsci tanti anni fa che si chiamava (e si chiama ancora) così.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...