La strategia della pensione

Pensavo tra me e me, il che richiede già di per sé un notevole sforzo, al solito problema della veneranda età di certuni uomini, politici, ma non solo. Faccio un esempio a caso, ma proprio a caso. Cossiga. E così, inevitabilmente non poteva che tornarmi in mente un concetto come quello della strategia della tensione. Agli anziani si deve portare rispetto, questo è un valore, prima di tutto, che fin da giovani ci viene insegnato. Ed è certamente sensato, ed è sicuramente buona cosa. Nessuno lo mette in discussione. Ci mancherebbe anche questo. Ma un anziano signore che “guida” non essendone più in grado, per i più svariati motivi, può alla lunga incappare in qualche errore, magari lieve, ma vallo a sapere prima. Quanta ammirazione nutro invece per quegli arzilli vecchietti che, nonostante la visibile e riscontrabile verve, sia fisica che mentale, decidono comunque di mettersi da parte da se, perché sazi, esauditi, o semplicemente perché consapevoli che guidare l’auto oggi non è come lo era decadi fa. Reputo questi ultimi, quelli che volontariamente appendono i guantini da guida al chiodo, persone degne di rispetto. Persone che, arrivate ad un certo punto, sanno autonomamente porsi un limite ultimo oltre il quale andare sarebbe rischioso per chi gli sta intorno. Un senso di rispetto nei confronti di chi sta attorno e di chi verrà. Per tutti gli altri invece, per quelli che di appendere i guantini al chiodo non ne vogliono sapere, che a staccarli dal seggiolino (vedi anche poltrona o scrano) cacciano urla e improperi, servirebbe una strategia dal pugno duro, intransigente e realmente esecutiva: La strategia della Pensione. Perché anche mia nonna a 80 anni avrebbe guidato volentieri, ma certamente io o un altro nipote saremmo rimasti vittime di una retromarcia.

Annunci

3 thoughts on “La strategia della pensione

  1. Io l’ho sempre detto che a una certa via la patente! Proporrei una navetta, anche gratuita guarda, solo per anziani, che tocca i punti nevralgici della loro vita tipo l’ospedale, il fioraio, il cimitero, la farmacia, il mercato in piazza…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...