L’esilio di Saviano da Gomorra

Sodoma_de_Laune

Mi permetto di riproporre qui, riprendendo un mio commento lasciato su Blog a progetto il mio pensiero sulla faccenda di Saviano

Purtroppo è vero, la sconfitta, in qualsiasi senso di Saviano (lui forse è l’unico che ha vinto ad onor del vero) è la sconfitta di tutti noi, che ancora una volta osserviamo e accompagniamo l’uscita dalla penisola di una voce importante, poca fra le poche che hanno avuto il coraggio di dire. In Italia non puoi dire ciò che pensi, perché il rischio, e lo abbiamo visto più volte, passa dalla ghettizzazione nel migliore dei casi o dal bando mediatico, per arrivare fino ad una condanna che intuisce la sua esecuzione in un tempo indefinito, e proprio per quello ancor più drammatica e peggiore. Dovrebbero essere i giovani a fare catena in questo caso, i giovani come Saviano, i giovani a cui lui ha dato una voce, perché le sue parole raccontano un passato non troppo remoto e un presente tristemente reale, non un film. E lo racconta anche nella speranza che si crei una massa critica proprio per garantire un futuro a quei giovani, e non solo, che sono, spesso in maniera inconsapevole, volutamente o meno, vittime di tutto questo. Il brutto di questo paese è che si tende a riconoscere il merito e il valore di una voce che grida il giusto solo quando ormai è troppo tardi, quando la minaccia già incombe. Saviano che se ne va è l’Italia(o una parte di essa) incapace di dare eco al giusto, l’Italia incapace, ancora, di schierarsi per una volta dal lato più scomodo della barricata. E’ l’Italia, non solo istituzionale, che perde ancora, un’altra volta. E, io credo, la fuga di Saviano ha un potere dieci volte più forte per la mafia di quanto non lo abbia per lo stato l’arresto di 100 boss.

Annunci

3 thoughts on “L’esilio di Saviano da Gomorra

  1. Ciao Matteo, io non vedo questa sua scelta come una fuga. Ha il diritto di vivere. E poi può continuare a indagare, denunciare, scrivere da qualsiasi parte del mondo. Quello che mi preoccupa è l’idea che paradossalmente lui è più al sicuro in questo paese vigliacco e corrotto che all’estero. Appena calerà l’attenzione su di lui e non avrà la protezione lo faranno fuori ovunque sarà e anche fra 10 anni. è gente sanguinaria, vive per la vendetta e il piacere dell’odore del sangue e della paura. Non so se consapevolmente o no ma roberto ha fatto una scelta: ha sfidato un sistema criminale spietatissimo. E purtroppo sta pagando il prezzo. La nota dolente, dolentissima è ancora una volta il sistema. Se ripenso alle interviste ai ragazzi, giovanissimi, di Casal di Principe, sento che non ci sono speranze. Stanno vincendo loro, ha vinto un sistema che accetta senza problemi condannati in parlamento, conflitti di interessi giganteschi, la presenza delle banche nei cda dei giornali… Il sistema italia tutto è un sistema mafioso.

  2. Se consoscete Saviano ditegli che peter pan se va in sardegna si troverebbe al sicuro e che capitan uncino avrebbe difficoltà a raggiungelo perchè lì non trova la ciurma adatta per lui, non riuscirebbe a coltivare nessun ortaggio perchè è un terreno sterile, ed avrebbe difficotà serie nello scappare con le sue navi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.