Quer pasticciaccio brutto di Margherita e PD

Quando ho letto che quel furbone di Luigi Lusi si è giustificato dicendo che aveva bisogno di soldi, la prima cosa che ho pensato è stata: meriteresti di essere rinchiuso in una stanza con 20 cassaintegrati, che poi vedi che ti passa il bisogno dei soldi. Perché Lusi in fin dei conti è stato senatore, parlamentare, insomma non ha certo fatto il metalmeccanico che campa di uno stipendio basso e che godrà, forse, di una pensione ancora più bassa. Il suo “bisogno di soldi” stando alle accuse è stimato in 13 milioni di euro, non noccioline. Soldi pubblici, i nostri. Oggi si legge sui giornali che forse chi avrebbe dovuto sorvegliare e verificare le operazioni effettuate con i soldi del partito non lo ha fatto, o ha apparentemente fatto in modo di non farlo, il che apre parecchie domande a cui sarebbe il caso che gli interessati rispondessero e in fretta, dal momento che sono chiamati in causa esponenti di non proprio secondo piano dell’attuale Partito Democratico. Parliamo di nomi come Bindi, Franceschini, Fioroni e Letta. Sempre oggi sento inoltre che Lusi, disposto a portare la croce del misfatto e del maltolto, ma non è altrettanto disposto a lasciare. Perché mai dovrebbe farlo, dopotutto non è il primo e non sarà l’ultimo. Quando ci saranno le primarie (se ci saranno) e le politiche gli elettori del partito democratico (almeno nel nome) dovranno e terranno conto di questa storia e dell’evoluzione, in termini di chiarimenti, che avrà preso per allora. Attendiamo fiduciosi, ma nemmeno troppo.

About these ads

2 pensieri su “Quer pasticciaccio brutto di Margherita e PD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...