E date botte a quegli ultras o io mi do al CURLING

Curling

Curling

È cominciato ieri il campionato. Ieri, mica tre mesi fa. E siamo già qui a leggere di 500.000 euro di danni nei riguardi di Trenitalia. Chi pagherà quei soldi? In un modo o nell’altro le ricadute saranno certamente sulle tasche dei viaggiatori. Il sistema ferroviario è già talmente precario senza il bisogno che qualche scalmanato vigliacco vada a peggiorarlo. Si è parlato di boicottaggio olimpico. Al di là di tutte le questioni (se non altro lì le proteste avevano anche una loro logica e non hanno provocato danni, per quanto abbia sempre ritenuto il boicottaggio quanto meno televisivo inutile) che possono sorgere, io credo che il vero boicottaggio, televisivo e non, vada fatto nei confronti non tanto del calcio in quanto sport, quanto di quelle tifoserie violente e delle società che ancora non sembrano insistere tanto nei confronti dei gruppi Ultras. Si parla, si dice, ma alla fine il giro di interessi è enorme. Fate qualcosa, cambiate le leggi. Controllate seriamente. Questi non dovrebbero nemmeno poter salire sul treno. E date botte, non pensavo di scriverlo. Ma se questi sono lì che devastano e mettono in pericolo la sicurezza, se la polizia antisommossa è lì, invece di guardare alzi il manganello per un sano sganassone. Cos’è? Il morbo di Genova? Dove i black block erano lasciati indisturbati, sorvegliati a distanza e intanto a prendere le botte erano tutti gli altri? Suvvia signori. Qualcosa non funziona anche nella collaborazione tra questure e prefetture delle varie città, a quanto pare. Siamo alla prima giornata di campionato e c’è un bollettino che nemmeno in OSSEZIA in una settimana. Passeggeri costretti, anzi invitati a cercare altre soluzioni? Questo è il clima di sicurezza che vorrebbe instaurare questo governo? Prendersela coi bimbi rom e mettere quattro soldatini figuranti?  E se questa è la cornice dello sport nazionale io allora mi do al Curling, scusate.

About these ads

20 thoughts on “E date botte a quegli ultras o io mi do al CURLING

  1. hai ragione, la civiltà avrebbe voluto che i tifosi venissero arrestati. Il buon senso li avrebbe scaricati in un campo con tutto il treno e presi a bastonate, tanto per trattarli come loro trattano gli altri. Ma li immagini i titoli sui giornali domani “Polizia fascista” “metodi da gestapo” e così si lascia fare per evitare problemi e povero chi ci capita in mezzo senza colpa.

  2. Io vieterei il calcio per un anno. Vorrei vedere sta razza inferiore di ibridi autosemoventi a cosa si attaccherebbe. Ripeto, bastarda razza inferiore, me ne frego e non me ne vergogno affatto di termini come questo. Allo stadio ci si va per vedere la partita, punto e basta. Il resto nnon deve esistere. Nessuno deve sentirsi libero di desiderare la violenza dopo una partita. Nessuno deve sentirsi in diritto di sfasciare un treno altrimenti manganellate, botte e teste spaccate. e non venissero i ggenitori a dire che “sono bravate da giovani”.. quando si troveranno il figlio in galera cominciassero finalmente a fare i genitori “quelle che non gli hanno dato i poliziotti glie le dessero loro”. A me hanno insegnato a portare una divisa gia da bambino.. guai se una maestra mi rimproverava.. a casa era il putiferio… rispetto per tutti, per i più grandi e per le autorità. ma sembra che questi valori siano morti ormai, per mano di gente che con gli esseri umani non hanno più nulla a che fare. non sono persone, soono bestie, sottospecie inferiori di scarti dell’umanità. andrebbero soppressi.

  3. Ragazzi, oggi girare per Roma è un piacere, andare a Ostia in pineta e sentirti tranquillo, che è molto più remoto il rischio che qualcuno tenti di legarti ad un albero e violenti tua moglie. Non mi sento militarizzato anche perchè sono onesto, non mi drogo e non ho timore se mi fermano per chiedermi i documenti o se mi fanno le analisi o se mi fanno il test per l’alcolismo. Adesso devono muoversi e mettere un fermo deciso a questi atti da teppisti super protetti dai “no block”, dai “radicali” e dalla “sinistra” che non ricordano che in Cina (Democrazia Popolare) se protesti un poliziotto del comissariato di zona può senza l’intervento dei giudici condannarti ad 1 anno in un campo di rieducazione. Quante volte sono stato tentato a vendere tutto e andarmene ma poi mi rendo conto che è questo quello che vogliono.

  4. DOVREBBERO FAR PERDERE A TAVOLINO E MANDARE LA SQUADRA INDIETRO NELLA SERIE E SE NON RIESCONO NEMMENO COSI
    RAGAZZI QUANDO CI VOGLIONO CI VOGLIONO A MANGANELLATE FINO A CASA E SILENZIO. POI DA SPORTIVO VISTO CHE DANNO SOLO PROBLEMI DI ORDINE PUBBLICO SENZA CALCIO NON E MORTO NESSUNO ANZI E PROPRIO CON IL CALCIO CHE OGNI TANTO MUORE QUALCHE POVERO DISGRAZIATO POLIZIOTTO O TEPPISTA CHE SIA PERCHE ALTRO MODO NON C’E’ PERCHE’ IL TIFOSO VEDI ALTRI SPORT SONO ALTRI E SI COMPORTANO DIVERSAMENTE

  5. Questo non è sport, ma barbarie. Peccato che il calcio sia diventato intoccabile per i troppi interessi che gli gravitano intorno. Già prevedo tante belle parole di rammarico e di con-dan-na, come al solito.

  6. E’ vero questa sottospecie umana deve finirla di rompere le balle.
    Ma e’ inutile fermare il calcio (ne sarei felice) questi col calcio hanno poco a che vedere sono scimmie (e mi scuso con i simpatici primati) che riempiono il colossale vuoto di valori e progetti in cui vivono con queste azioni che li fanno sentire adrenalinici. Massimo nella lista dei cattivi non scordi qualcuno? Il raid neofascista di Roma ad esempio, guarda a 360 gradi. Per la tranquillità poi di Roma oggi, forse ti e’ sfuggito di leggere di qualche stupro qua e la.

  7. dice trenitalia che toglie le carrozze speciali per tifosi perché costano troppo…ma farle pagare alle società/agli stessi tifosi…nooo? secondo me hanno speso più ieri, che se avessero messo un treno speciale…

  8. Condivido pienamente i vostri pensieri.
    Anzi, parlerei di veri e propri subumani…(concetto mal applicato agli inizi della seconda guerra mondiale) che si aggirano indisturbati per le strade delle nostre città. Che tristezza. Siamo un paese enormemente arretrato ed incivile. Meritiamo le ultime posizioni nell’ambito della comunità Europea. In ogni ambito.
    E non voglio neanche che affollino i più che malandati ospedali italiani. Precedenza a chi ha veramente bisogno e non ha messo volutamente in pericolo e a rischio la propria integrità fisica.
    Per i danni, che paghino le famiglie, o pseudo tali, che hanno avviato ad una esistenza insana tali figuri.
    Un pò di orgoglio e buon senso.
    Speriamo in un futuro migliore.

  9. io sono per le pene corporali
    frustate frustate frustate
    una cura funziona a basso costo
    ad esempio 30 frustate al giorno per 30 giorni
    per i colpevoli del fatto
    5 frustate subito per chi partecipa.

  10. ho detto nel mio blog e ripeto, la soluzione era facile:
    “li si montava nel treno e lo si mandava in mezzo agli appennini in un binario morto con le porte bloccate, poi gli si faceva passare il peggior quarto d’ora della loro vita”.

  11. Parole sante…io li prenderei a manganellate nei denti , nelle ginocchia e poi ovviamente li manderei a lavorare gratis per risarcire tutti i danni che hanno fatto, questi stronzi sottosviluppati.
    Ma il vero problema è che in Italia i Media ( TUTTI indistintamente ) danno una importanza davvero devastante e addirittura morbosa al Calcio, e tutto questo amplifica in modo esponenziale le enormi sacche di ignoranza e sottosviluppo culturale che poi trovano facile sfogo nel penoso e misero mondo del calcio stesso.
    Il problema è tutto qui…sottosviluppo culturale devastante , media complici e artefici di tale sottosviluppo e mancanza di leggi e punizioni adeguate.
    Andiamo pure avanti così….

  12. mandateli da me,ci sono tanti gorilloni ansiosi di mettergli le mani addosso(anche qualcosa d’altro) e poi vedi come camminano a gambe larghe.

  13. bravi bravi bravi
    Sono contento che anche questa volta i tifosi di questo
    sport abbiano dimostrato il loro quoziente intellettivo.
    Sono tutti indistintamente carne da macellare!!!!!
    Perchè se io sono allo stadio, in treno, in un’autogrill o in qualsiasi altro posto pubblico e uno accanto a me si permette
    di spaccare qualcosa io mi incazzo come una bestia e se posso lo prendo a calci nel culo; in fin dei conti i tifosi non sono 60 milioni, se tutti ragionassero come me ce ne sarebbe meno stronzi in giro.

  14. Sinceramente questi commenti non mi convincono molto. Inutile e scontato dare la colpa ai tifosi. Forse, se ci fossero più controlli, che non significa avere necessariamente l’esercito in città, e inasprire maggiormente le pene, i soggetti in questione ci penserebbero due volte prima di sfasciare treni e mettere in pericolo i cittadini.
    Sta di fatto che menare è giusto, ma evitare di arrivare a tanto sarebbe meglio.
    Giulia

  15. aahhh….!!! è arrivata Vyrtuosa. la colpa è degli altri, non dei cretini, ma di chi ( la polizia) non prende i giusti provvedimenti.
    Caaara Vyrtuosa, non è che sei di quelli che apppena sente alzare un manganello grida alla repressione?

  16. No, perchè sono io la prima a brandire un manganello (che frase infelice, lo so!). Il punto è che gli esseri umani sono labili, hanno bisogno di regole. E se queste vengono a mancare è inevitabile che il mondo vada alla rovina. La colpa è della società in generale, cioè di tutti. Fidati che tra qualche giorno non si parlerà neanche più di quello che è successo ieri. Fino al prossimo morto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...